Grazie ai gruppi di supporto, cresce la cultura digitale. Ricambiamo.


  • CDomande nel gruppo di supporto WordPressome creo un nuovo tema WordPress?
  • Come ne personalizzo uno esistente?
  • Che cosa posso fare per indicizzare bene il mio sito?
  • Come fare advertising su Facebook?

Sono alcune delle domande poste ogni giorno nei gruppi di supporto sui Social Media, ai quali ci rivolgiamo per consigli e scambi su temi di Digital Marketing in generale, o solo riguardo alla SEO, oppure dedicati ai singoli CMS come WordPress, etc.

Trovare i gruppi di supporto sui Social

I social media permettono da tempo la creazione di gruppi, quindi basta usare il motore del social scelto. Oggi Facebook va per la maggiore, ci sono gruppi per ogni tipologia di interesse. Vediamo infatti che cercando un argomento non solo legato al digital, ma anche ad un interesse per i “Vini italiani” trovo gruppi a cui iscrivermi per approfondire le mie conoscenze sulla materia. Sempre che, naturalmente, la community sia effettivamente frequentata da appassionati ed esperti disponibili a condividere.

vini italiani - gruppi su facebook

Perché gli esperti nei gruppi danno supporto gratuitamente?

Per motivi differenti. Tornando al digitale, le aziende lo fanno per il Customer Care. Noi ad esempio abbiamo esaudito le richieste dei nostri clienti in panne con i loro siti WordPress, aprendo un gruppo dedicato, diverso dall’assistenza tecnica già fornita per hosting e domini.

I liberi professionisti e le piccole web-agency che prestano aiuto gratis nelle community, lo fanno soprattutto per farsi conoscere ed ampliare il portafoglio contatti.

Ma c’è ancora chi crede nel libero scambio e mutuo soccorso.

La diffusione della conoscenza, è provato, è sempre stata la chiave di volta per la crescita culturale ed economica generale. Qualcuno quindi, anche nel digitale, continua ad impegnarsi con progetti open source ed un po’ di tempo rubato al lavoro per aiutare chi ne sa meno. Si tratta spesso di operatori del settore con maggiore esperienza, che hanno raccolto negli anni i frutti di un costantemente volontariato.

Chi contribuisce da tempo e con qualità, alle conoscenze di noi tutti con forum, video, tutorial gratuiti, ha una reputazione data dai fatti, che risponde da sola ai dubbi di chi non conosce un settore e sceglie quale professionista seguire o a cui affidarsi per una consulenza.

Alcuni invece “deviano” e diventano i famigerati guru fuffari di cui si scrive tanto in giro ultimamente. Li scopri subito: parlano soprattutto di loro stessi e ti ingaggiano solo per avere feedback ai loro post, pagine e profili social o per venderti qualche video-corso o partecipazione ad eventi di loro creazione e talvolta dai dubbi contenuti.

Ed i forum?

Qualcuno dice che siano morti, nonostante abbiano sempre fatto bene li loro lavoro. Fra i più longevi ed attivi c’è il Forum GT di Giorgio Tave che da diversi anni divulga utili video, guide e tutorial ed assiste i navigatori su molteplici problematiche.

Certo è che i Social Media non sono la migliore piattaforma per offrire questo tipo di assistenza, data l’impossibilità di strutturare i contenuti e quindi consentire ricerche. Ma evidentemente la poca usability non scoraggia i navigatori che, forse per pigrizia, non escono dal loro amato Facebook neanche per trovare qualcosa su Google, visto che spesso nei gruppi vengono poste domande che sarebbe bastato digitare sul motore, per avere una risposta immediata.

Gruppo Supporto WordPress (il nostro)

Gruppo supporto siti wordpressSiamo atipici rispetto ad altre community. Su Facebook, il nostro piccolo gruppo di aiuto agli utilizzatori di WordPress, è giovane e volutamente discreto, gestito da noi, quindi sempre l’assistenza è sempre coperta almeno nei giorni feriali, ma capita di trovare risposte alla sera o anche durante il week-end grazie all’immancabile volontariato.

Non sono pochi infatti i professionisti, nostri clienti e non, che si sono iscritti e contribuiscono a dare aiuto, soprattutto in materie come la SEO, che riscuote un crescente interesse.

Le domande poste qui sono generalmente “basiche”.

L’iscrizione è aperta a tutti, ma noi abbiamo invitato direttamente in questo gruppo i clienti dei nostri server Linux, che vediamo via via necessitare di maggiore aiuto, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza, i backup e le personalizzazioni dei temi.
I loro errori, ad esempio nella configurazione degli accessi a WordPress o nei mancati aggiornamenti, mobilitano l’assistenza tecnica, mentre si possono correggere o prevenire con una maggiore conoscenza del CMS. Capita poi che entrino anche coloro che di WordPress non sanno nulla, ma vorrebbero iniziare a lavorarci, proprio per chiedere quali tutorial e guide seguire.

Far incontrare utenti in cerca di assistenza, con figure specializzate.

Ce la mettiamo tutta per aiutare. Rispondiamo velocemente, abbiamo creato numerosi tutorial e linkiamo guide altrui di buona qualità, trovando sempre nuove risorse utili a tutti. Ma ci sono casi in cui i consigli ed i link non bastano, poiché chi deve risolvere il problema non ha il tempo di imparare css o php, ad esempio.

Qui entra in gioco il secondo ruolo di ogni gruppo di supporto: creare contatti professionali utili, attraverso le relazioni nella community. Osservando infatti il comportamento di ogni iscritto, col tempo diventa facile dedurne la gentilezza, la validità e la disponibilità.

Come in altri gruppi, anche qui lo spam, le polemiche e gli interventi aggressivi non sono permessi e chi persiste viene bannato.

I grandi gruppi: vantaggi, inconvenienti, regole.

wordpress talk italy

Regole per pubblicare domande nel gruppo WordPress Talk Italy

Alcuni gruppi sono talvolta “movimentati” da interventi ironici o poco adeguati, o commenti off-topic che fanno perdere il filo, ma in linea generale i gruppi sono la risorsa migliore per professionisti e neofiti. Che però non è gratuita: costa tempo.

Leggere attentamente i post ed i commenti altrui per arrivare a comprendere bene un problema segnalato e le soluzioni trovate, è un investimento in ore se non quotidiane, almeno settimanali, che va valutato al fine di scegliere le comunità che maggiormente rispondono alle nostre esigenze.

I gruppi con moltissimi iscritti potrebbero dare l’impressione che tutte le richieste di aiuto vengano esaudite, invece non è sempre così. Diverse domande poste su WordPress Talk Italy su Facebook, ad esempio, sono ignorate perché non pubblicate secondo le regole. E’ una scelta che seguono alcune community tecniche, le cui motivazioni sono spiegate dal post dell’amministratore, fissato in alto.

Di fatto, WordPress cresce con una tale rapidità che ci saranno sempre nuovi utenti inesperti.

Quindi quale che sia il livello di preparazione, ognuno di noi può trovare senza tante difficoltà il gruppo adatto da frequentare, sia sui Social Media che nei classici Forum.

Posso farmi autopromozione nei gruppi? No. Cioé, mi spiego..

Un’altra regola corrente nei gruppi è quella di accettare link solo da fonti originali, per evitare spam e furberie atte non a condividere articoli utili, ma a promuovere un brand.

E’ un divieto che ha senso, ma ha anche senso, invece di censurare ogni forma di autopromozione, concedere spazi appositi per farla. Come i File che si possono creare nei gruppi, per presentare una lista di aziende presenti, oppure schede individuali di ogni azienda o professionista (nel nostro gruppo abbiamo adottato questa seconda opzione).

Post di guide e tutorial sono i benvenuti in ogni gruppo, mentre invece vengono poco tollerati, se non bannati del tutto, articoli con poche righe che si concludono con una Call To Action senza aver dato informazioni di valore.

Buoni gruppi su Facebook.

Impossibile censirli tutti, fra l’altro per poterne parlare con competenza non basta iscriversi, ma vanno frequentati per diverse settimane. Nelle aree di maggiore interesse del momento, ovvero Google, WordPress e Sicurezza Informatica, segnalo tre gruppi molto ben amministrati, in cui ho trovato risorse e persone interessanti:

Fatti di SEO

Per tutte le tematiche inerenti Google e posizionamento dei siti. Non ho visto spam. Ogni tanto spunta qualche post decisamente autopromozionale, ma se un gruppo o anche un singolo soggetto si rende molto utile con contenuti e comportamento, si passa sopra a qualche momento di narcisismo 🙂 o no?

Advanced WordPress

E’ in inglese, ma ci sono anche tanti italiani. Gli scambi sono numerosi e stimolanti, le opinioni variegate e frequentemente è il primo canale in cui gli sviluppatori vengono a promuovere i loro temi e plugin, offrendo non di rado coupon gratuiti o accessi a nuovi servizi, per test.

Sicurezza informatica e programmazione

Virus, attacchi, spam ed ogni genere di pericolo informatico, sono trattati in questo gruppo con non moltissimi commenti, va detto, ma tanti post di articoli e documenti utili.

Che cosa resta da fare, quando hai avuto la tua risposta? Ricambiare!

Lo fanno in pochi, quindi mi sento di ribadirlo: ricambiare è cosa buona e giusta. A parte il “grazie” o il Mipiace al commento di chi ti ha dato aiuto, quando ti avanzano due minuti, restituisci il favore con un commento o un gesto di apprezzamento nei confronti della sua pagina aziendale o di un suo post che trovi interessante. Aiuterai chi ti aiuta a farlo volentieri anche domani 🙂

grazie ai gruppi di supporto sui social