WanGuard (popolare plugin WordPress per la sicurezza) chiude per “stress e minacce”.

Wanguard il plugin WordPress per la sicurezza, chiude

Dopo sette anni di sviluppo e supporto del servizio WangGuard / SplogHunter, José Conti ha chiuso definitivamente il server a causa “dello stress e dei traumi associati al mantenimento”. Così esordisce il post di WPTAVERN che ne dà oggi la notizia.

jose-conti wordpress developerConti è uno sviluppatore e consulente per i plugin di WordPress, oltre che membro del team di traduzione di WordPress España. Docente e consulente stimato nell’ambito dello sviluppo, ha collaborato con molti WordCamp.

Il suo plugin WangGuard – totalmente gratuito – identifica e blocca sploggers, utenti indesiderati e utenti non attendibili su siti di WordPress, Multisite, BuddyPress, bbPress e WooCommerce.

Attualmente WanGuard è attivo su più di 10.000 siti.

Sul motivo per cui il servizio è stato chiuso – dopo che Conti aveva raccolto donazioni attraverso una campagna Indiegogo nell’ottobre 2016 per finanziare i costi di supporto e di server – ci sono state numerose speculazioni da parte di terzi, anche perché Conti non ha dato risposte immediate, ma si è preso una lunga pausa di silenzio.

Di fatto dopo quella campagna SiteGround è entrato a sponsorizzare WangGuard, eliminando i costi del server. I soli costi che sono rimasti sono stati il ​​tempo e lo sforzo di Conti che ha messo nel supporto del plugin.

(Ma lo stress non è stato dovuto al lavoro di supporto bensì ad altri aspetti del suo lavoro online, come si scopre più avanti dalle parole dello stesso Conti, di cui riportiamo alcuni stralci).

Lo scopo di Wanguard e l’impegno di Conti

Quando Conti ha deciso di spiegare le sue ragioni sul forum di WordPress, ci ha tenuto a puntualizzare che il suo scopo con WangGuard non è mai stato il denaro ed ha aggiunto: “Avrei potuto fare di WangGuard un plugin a pagamento in qualsiasi momento e in realtà avevo un piano da anni al riguardo, ma non l’ho fatto perché c’è qualcosa dentro di me che non avrebbe mai permesso che accadesse.

“Vi assicuro che avrei potuto arricchirmi chiedendo a ciascuno dei miei utenti di sottoscrivere un abbonamento annuale di 24 Euro, che avrebbe prodotto un reddito di oltre 2 milioni di euro all’anno, ma non l’ho mai fatto. Le persone molto vicine a me sanno la verità: semplicemente non volevo essere un milionario”.

Frequentare gli spammer per capire come bloccare lo spam.

“Mi sono iscritto a molti forum di spam / splogers per fare indagini. Ho visto molte tecniche per cercare di ingannare WangGuard neii forum specializzati di Black Hat. Ogni volta che un utente ha descritto una vera tecnica per imbrogliare WangGuard, l’ho immediatamente risolta”.

WangGuard è da tempo conosciuto per la sua rilevazione quasi perfetta di spam di registrazione. Non solo ha bloccato completamente gli utenti indesiderati, ma li ha rimossi anche dal database. Il plugin era ineguagliabile, precisto e totalmente gratuito. Per consentire al plugin un’accuratezza del 99,90%, Conti ha sostenuto l’algoritmo con la curvatura manuale e le revisioni.

I traumi e lo stress di Conti dovuti alle esperienza nel dark web

A causa dell’infallibilità di WanGuard, Conti afferma di aver ricevuto minacce di morte quasi quotidiane da mafiosi e criminali che perdevano milioni di dollari a causa del suo lavoro di protezione. Ma non è la sola ragione del suo profondo disagio psicologico, che arriva dalla sua attività nei meandri più oscuri del web.

“Per sette anni su Internet” – continua Conti – “ho visitato luoghi in cui ho visto pederastia, immagini e video di omicidi (con lame di rasoio per scorticare le persone vive, con decapitazioni, con smembramenti.. per citarne alcuni), video reali di stupro di bambini, donne, ragazzi”..”Infine, qualche mese fa, ho rotto”, sono scomparso da ovunque e sono caduto in una depressione. I sette anni di lavoro a WangGuard hanno presentato il conto. Avevo degli incubi a causa di tutte le morti macabre che avevo visto, e l’ossessione di dover proteggere i miei figli dalla pederastia..”

Che cosa ne sarà di WanGuard adesso?

Chi ancora utilizzando il plugin WangGuard, può continuare a farlo, funzionerà ma non come in passato. Conti riferisce che alcune parti del codice funzionano senza le API, ma le parti più importanti richiedono il server WangGuard / SplogHunter. “Il plugin è open source” – conclude Conti – “quindi chiunque può farlo”.

Nel suo post sul forum di WordPress alla domanda “come mai non hai cercato altri developer per aiutarti”, Conti ha risposto di aver avuto diverse promesse al riguardo, ma poi tutti sono “spariti”.

Umanamente possiamo capire benissimo la sofferenza di Conti nell’aver dovuto sostenere stress e traumi che non aveva previsto. D’altra parte siamo in tanti ad essere enormemente dispiaciuti e pure un po’ sorpresi che un bel progetto, straordinariamente utile e popolare com WanGuard non abbia lasciato eredi.

Fonte: WPTAVERN